Scopriamo Alghero, una delle mete preferite dai turisti

Alghero è una ridente cittadina della Riviera del Corallo, situata nella costa nord occidentale della Sardegna.
La città si può raggiungere da Porto Torres prendendo la strada dei due mari mentre se si proviene da sud percorrendo la SS 131 Carlo Felice bisogna si imboccare la SS 291 all’altezza di Sassari. Alghero è una vera isola catalana, qui infatti si conservano ancora la lingua e molte tradizioni tipiche della catalogna derivante dalla lunga dominazione iniziata con la conquista della città verso la metà del 1300 da parte degli Aragonesi

Il centro storico è un bell’esempio di città fortificata, e conserva ancora in perfetto stato le mura e le torri sul versante marino, mentre sul versante interno esse sono state abbattute per far posto alla città nuova. Proprio al centro si trovano ottime possibilità per prenotare hotel ad Alghero economici ed alquanto caratteristici.

La visita può iniziare entrando dalla Porta a mare, posta a difesa delle mura lungo il porto, attraverso la quale si entra nella città vecchia e nella lunga e stretta Piazza Civica con il Palazzo d’Albis, ragguardevole esemplare di architettura Catalano – Aragonese del Cinquecento.Da qui è bello perdersi tra i vicoli acciottolati e respirare l’aria particolare della città, fare un po’ di shopping tra le tante botteghe artigiane specializzate nella lavorazione del corallo.
Di particolare interesse storico la Cattedrale, dedicata a Santa Maria, sorta in tempi diversi: il campanile e il sottostante coro vennero iniziati nel 1552 ispirandosi ai più nobili esemplari del tardo gotico – catalano, mentre i lavori ebbero termine solo nel 1730.
Ritornati sulla piazza Civica si prende la via Carlo Alberto, la principale di Alghero, con la chiesa di S. Francesco,eretta nel XIV, ampliata nel XV e ricostruita nel XVIII secolo con all’interno un grazioso chiostro. Sulla destra della piazza corre il lungomare Marco Polo e, dopo la Torre S. Giacomo, il lungomare Cristoforo Colombo che si unisce ai bastioni spagnoli. Da piazza Sulis ci si puo’ dirigere sulla sinistra per via XX Settembre e subito a sinistra per via Regina Elena e seguire il tracciato delle antiche mura che di cui rimangono varie torri.

Anche i dintorni di Alghero sono ricchi di posti interessanti, sia dal punto di vista storico – archeologico che ambientale, da visitare. A pochi chilometri dalla città si trova il Santuario della Madonna di Valverde, la necropoli a Domus de Janas di Santu Pedru, quella di Anghelu Ruju e il complesso nuragico di Palmavera.
Proseguendo verso Capo Caccia lo scenario naturale è assolutamente fantastico, il promontorio calcareo è ricoperto di macchia e ricco di essenze rare di flora mediterranea e di avifauna che sulle scoscese pareti nidificano. La strada termina in un largo piazzale da cui si diparte l’escala del Cabirol, una scalinata di ben 656 gradini che porta, utilizzando in parte una cengia naturale, alla Grotta di Nettuno.